Thursday, July 24, 2008

Il profumo di menta


Ok, dell'ultimo post sono passati 10 giorni ed è ora di aggiornare il bollettino sanitario :D Ma andiamo in ordine.
Dopo la giostra di martedì scorso ero bello pronto a farmi un po di bici. Mi aspettavo che i muscoli mi facessero un po male per via del lavoro fatto dal doc, ma niente che mi impedisse di fare qualche giretto. Io e i pronostici ultimamente non andiamo d'accordo. Per 3-4 giorni la coscia destra mi ha fatto un male devastante. Non riuscivo nemmeno a piegare la gamba per camminare. Tonnellate di acido lattico dell'attività fisica, dolore profondo ed intenso. YUMM!. Lo sentivo dai fasci interni del muscolo fino alla superficie. Mai sentito così forte, il mese di ferma ha fatto un sacco di danni. Avevo però altri esircizi che riuscivo a fare, e piano piano la gamba si piegava sempre di più. La misura della mia vita è diventata la distanza tra il tallone e il culo.
25, 20,15cm etc.. un po meno ogni giorno.
Felicità!
Domenica ero bello pronto a farmi i km, sto per portare la bici giù e TRAC arriva mio cugggino robboso a farsi masterizzare cd. Fuck!
Intanto i cm diventano 5. Good
Lunedì finalmente posso fare il sospirato giretto. Il doc mi ha detto di pedalare sciolto, usare i rapporti leggeri senza fare forza. Decido di prendere la pista ciclabile che porta verso l'Auchan, è in piano, asfaltata ed è una striscia dritta. Isi. Prendo la bici e salgo senza problemi. Ho un po' di fastidio a pedalare ma e molto leggero. Faccio un po di metri, poi provo a spingere sui pedali. Il dolore si presenta sottoforma di fitta intensa incondizionata. Meglio lasciar perdere. Tra una cazzata e l'altra mi faccio una 15ina di km e anche se al ritorno a casa sono stanco e il ginocchio è un po più gonfio del solito sono abbastanza contento. Certo, il fato di non poter fare forza mi dà molto fastidio, però mi sembra di aver fatto dei passi avanti. Prima di andare a letto poi, la misura della mia vita raggiunge lo 0 assoluto ed io godo come un riccio.
Martedì mi aspetta il mio amicone mischiaossa per la rivincità.
Onestamente la mattina ero un po nervoso, a colazione ho mangiato poco e avevo paura di dover ripetere l'esperienza ( anche se la parte razionale del mio cervello diceva che al massimo me la doveva spostare di 1 cm e che mi avrebbe fatto meno male ). Arrivati lì l'intenso profumo di menta mi assale. E' piacevole e salubre, e solo adesso lo ricollego allo studio del medico. C'era anche la volta prima ma non so perchè mi è sfuggito. Il piano del giorno prevede massaggi per svegliare i muscoli morti... ma mai dire mai.
Il doc mi sembra ancora più inquietante del solito. L'arcata sopraccigliare prominente, unita ai capelli alla Dario Argento ed allo sguardo alla Palla di Lardo ( quando sta per spararsi ) non aiutano. Mi sdraio sul lettino e da un occhio ai documenti clinici. Non si ricorda cosa avevo.
Mi prendo male.
Accende la macchinetta infernale e fa un controllo. Incrocio le dita. Guarda le ossa ed è contento. Sono in asse.
"Niente cric croc oggi. Contento?"
Fiuuuu
Il mio colore da bianco torna rosa.
Parliamo un po di come sono andate le cose durante la settimana, degli esercizi, della bici, etc. Dice che sto guarendo bene, il fatto che l'abbia piegato tutto è un buon segno. Poi inizia a farmi un massaggio al quadricipite. Si spalma sulle mani un olio alla menta. Quello che da il profumo a tutte le stanze.
Fa un po male. Cazzo, sto tipo è fissato. Deve essere sadico. Sopporto a denti stretti mentre rimette i fasci al loro posto. Poi è il turno del simpatico esercizio di spinta sulla sua spalla. Lo stesso dell'altra volta. Che fa un male fottuto.
Simpaticamente ,a ginocchio freddo, inizia a fare forza piegandolo quasi tutto. Aia. Fa male ma non come l'altra volta. L'altra volta lo sentivo tirare e fare male in 4 punti diversi. Oggi solo in 1. Bene. Finita la fatica ( per me e anche per lui ) mi massaggia ancora un po e controlla i muscoli. Vedere le fibre nello schermino è divertente. Il linguaggio malefico delle macchinette ha un nuovo padrone muhaha!
Prima di andare, non contento delle pene inflitte, mi fa un altro sfregio. Prende il rasoio e mi depila metà coscia. Poi ci mette su del nastro nero, per far lavorare un po il muscolo anche in fase di rilassamento. Mi fa piegare la gamba.
"Ti fa male?"
"Un po qui, quando la richiamo"
Taglia un altro pezzo di nastro, lo mette attorno alla rotula.
La piego. Non fa più male.
WTF
"E se l'allunghi?"
"Mi fa male di qua"
Altro pezzo di nastro.
Il dolore magicamente sparisce.
Wooo
Genio del male.
Saluti e baci, non devo più tornarci.
Mi ha detto che in 2 settimane dovrei essere apposto. Speriamo.
La cosa comica è che martedì prossimo devo andare dalla visita all'Asl. Se non fossi andato da sto tipo ci andavo saltando su un piede solo. Sanità pubblica sux... triste ma vero. Ci farei un post ma sarebbe troppo serio per questo blog.
Ah, oggi ho camminato per strada. 500mt. So soddisfazioni.
Appena smette di farmi male il muscolo bici again. Chissà se fa meno male a forzare..hmm

ah, vista la mia gambetta secsi? le striscine nere mi donano

3 Comments:

Blogger YamiMarik said...

minkia andrè appena ho visto la foto credevo ti avessero impiantato qualcosa di cibbernetico!!

(però sono sempre un tajo i tuoi post LOL)

9:07 PM  
Blogger Armhan said...

Col nastro? LOL

Cmq come cazzo hai fatto a fare 15 km col ginocchio in quel modo? O_O
C'è gente (io) che non ne farebbe la metà della metà da sani =\

6:58 PM  
Blogger h1cks said...

si fanno si fanno stai tranquillo :)

11:37 AM  

Post a Comment

<< Home